COVID-19 - Strumenti per gli anestesisti-rianimatori

Ultimi documenti aggiornati

NOVITA' - 09/11/2020

Le seguenti raccomandazioni nascono dalla necessità di fornire all’Anestesista Rianimatore che tratta pazienti Covid-19 un documento agile e di facile consultazione; nella sua stesura, dal punto di vista metodologico, abbiamo analizzato quanto pubblicato in letteratura inerente la gestione del paziente Covid-19 cercando di puntualizzare, dove possibile per i dati almeno finora in nostro possesso, quali siano le reali evidenze in merito e quali siano le buone pratiche, al momento ragionevolmente, condivise. Inoltre, il documento include anche, fino alla data della sua stesura, quando riportato nei documenti ministeriali e nelle ultime versioni delle più accreditate linee guida internazionali.

SIAARTI - RACCOMANDAZIONI PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE CRITICO COVID-19.pdf


--------------------------

DOLORE e COVID-19.pdf

--------------------------

 Regione Piemonte_INTERVENTI DI EMERGENZA INTRAOSPEDALIERA IN PAZIENTI COVID.pdf


-------------------------

 Rapporto ISS COVID-19 45_2020_Gravidanza parto allattamento cura dei piccolissimi.pdf

 Tavolo Tecnico sulla Chirurgia - Le attivita chirurgiche in era COVID.pdf


-------------------

 SIAARTI - RAPID RESPONSE SYSTEM IN ERA COVID-19 – FASE 2.pdf

 SIAARTI - Gestione organizzativa e anestesiologica del percorso perioperatorio - Buone pratiche per la fase 2 COVID-19.pdf


Versión en español SIAARTI - Gestion del proceso perioperatorio para la fase 2 - CHECKLIST.pdf

-------------------

 SIAARTI - Covid19 - RACCOMANDAZIONI PER L’UTILIZZO DELL’ANESTESIA LOCOREGIONALE (ALR) NEL PAZIENTE CHIRURGICO COVID-19.pdf

 SIAARTI - Covid-19 - Come comunicare con i familiari in condizioni di completo isolamento.pdf

 SIAARTI - Covid-19 - How to communicate with families living in complete isolation.pdf

 Poster Statements ComuniCoViD.pdf

 Poster Checklist Telefonata.pdf

-------------------

TRADUZIONE Covid-19 - Gestione anestesiologica.pdf stralcio dell'articolo Surgery in COVID-19 patients - Coccolini et al.pdf

-------------------

 SIAARTI - RACCOMANDAZIONI PER IL TRATTAMENTO NUTRIZIONALE DI PAZIENTI AFFETTI DA COVID-19.pdf

SIAARTI VASCOVID - APPROCCIO VASCOLARE AL PAZIENTE COVID-19 POSITIVO.pdf

 Percorso COVID-19 - Sezione 1 - Procedura Area Critica - Rev 2.0.pdf

 Percorso COVID-19 - Sezione 2 - Raccomandazioni per la gestione locale - Rev 2.0.pdf

  SIAARTI - Covid-19 - Indicazioni per la gestione anestesiologico-rianimatoria nel peripartum - Rev 2.0.pdf

-------------------

-------------------


I documenti, tranne dove diversamente indicato, sono a cura del gruppo di lavoro "Aggiornamenti Covid-19": Ida Di Giacinto, Jessica Maugeri, Daniela Pasero, Santi Maurizio Raineri, Bruno Viaggi 

-------------------------

Cari colleghi,

in queste settimane il nostro sistema sanitario si sta trovando ad affrontare un'emergenza senza precedenti che sta portando al collasso la nostra capacità assistenziale.

Quale potrebbe essere la soluzione più efficace in questa situazione? Avvalersi dell'esperienza dei colleghi che stanno già affrontando questa criticità, per arrivare preparati a fronteggiarla.

La dimensione internazionale del problema è valutabile in maniera attendibile dal sito elaborato dal Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopkins: https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/bda7594740fd40299423467b48e9ecf6.

La realtà italiana è monitorata sul sito del Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5351&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto), che riporta, attualmente, un'incidenza di pazienti critici ricoverati in Terapia Intensiva intorno al 10% circa.

Il tasso di mortalità rimane oggi INDEFINITO e risulta IMPARAGONABILE in maniera esatta con le precedenti epidemie influenzali. La National Health Commission of the People's Republic of China (http://www.nhc.gov.cn/xcs/yqtb/list_gzbd.shtml) pubblica un tasso di mortalità del 4% nella città di Wuhan, dell'1,4% nella provincia di Hubei e dello 0,25% in altre provincie. Ancora, in Europa il quadro risulta e risulterà ancora più eterogeneo, con una variabilità attribuibile, non solo ad una tempistica differente, ma anche a realtà sanitarie diverse tra loro, con capacità differenti di contenimento dell'infezione, di applicazione del protocollo per le PUI (Person Under Investigation), di attingere a risorse di personale sanitario e al percorso verso le UTI.

Così, se confrontata con la SARS-CoV (Severe Acute Respiratory Syndrome) (mortalità 28%) e la MERS- CoV (Middle Eastern Respiratory Syndrome) (mortalità 65%), la COVID- 19 appare meno letale, ma occorre tenere in considerazione che, negli anni della prima epidemia, il PCR-testing non è stato facilmente disponibile e, nella seconda, le numerose comorbidità dei pazienti hanno giocato il ruolo predominante di fattori confondenti. [i]

La COVID-19 (Novel Coronarovirus Disease 2019) si può manifestare, in accordo alle raccomandazioni della World Health Organization (WHO) [ii], in 6 diversi stadi (Malattia non complicata- Polmonite moderata- Polmonite severa- ARDS- Sepsi- Shock settico), e l'anestesista rianimatore è chiamato a gestire l'insufficienza respiratoria ipossiemica, rapidamente ingravescente. Circa l'80% dei pazienti si presenta ai primi due stadi, il 13,8% presenta forme severe e il 6,1% è critico. I soggetti a maggiore rischio per la forma severa e per mortalità presentano: età >60 anni, ipertensione arteriosa sistemica, diabete mellito, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, patologia tumorale.1

Per le aree dove l'incidenza non è ancora elevata, occorre PREPARARSI ad affrontare diversi possibili scenari della COVID-19 nel territorio1:

1.     DESIGNARE gli ospedali (Reparti di Malattie Infettive, Medicine d'Urgenza, Rianimazioni) di riferimento cui centralizzare i pazienti, definendo anche gli attori e i mezzi coinvolti nel trasferimento inter- ospedaliero ed intra- ospedaliero;

2.     PREVEDERE un piano di contenimento dell'infezione, progettando e mettendo già in opera dentro ogni ospedale un PERCORSO DEDICATO all' accoglienza del paziente, che disegni DETTAGLIATAMENTE il TRAGITTO che il paziente deve compiere (sala, corridoi, ascensore, piani) e il PERSONALE deputato all'accompagnamento (consultabile l' Hospital Preparedness Checklist- ECDC[iii]);

3.     APPROVIGGIONARSI dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuali) indispensabili per il rispetto delle misure di prevenzione e controllo delle infezioni elaborate dalla WHO (1);

4.     INDIVIDUARE il pool di personale sanitario da attivare, attinto da ogni branca specialistica, con elaborazione preventiva di una turnazione completa e assegnazione preventiva e definita di ruoli di intervento;

5.     FORMARE il personale nell'uso dei DPI (vestizione e svestizione in regime di biocontenimento) con corsi e simulazioni e nello studio della clinica della COVID-19 (corsi di formazione, webinar, materiale informativo);

6.     INCREMENTARE LA CAPACITA' DI OGNI UTI, cioè annullare i ricoveri programmabili connessi all'attività ambulatoriale ed elettiva, non escludendo la possibilità di assorbimento massimale dei posti UTI di riferimento; trasferimento dei pazienti non critici in altri reparti;

7.     IDENTIFICARE dei NIDI EXTRA-UTI DI ASSISTENZA ai pazienti COVID-19, delimitati spazialmente e provvisti del materiale sanitario indispensabile per procedere al supporto sanitario di competenza non strettamente Rianimatoria.

Per le realtà che si stanno preparando ad affrontare questa grave emergenza sanitaria, la SIAARTI offre tutto il supporto fornendo protocolli , flow chart e informazioni aggiornate sulla base delle esperienze di chi sta affrontando sul campo i pazienti più gravi. Mettiamo a disposizione di tutti il materiale sul nostro sito, oltre che fornirvi i riferimenti dei documenti ufficiali internazionali:

  • European Center for Disease Prevention and Control. Outbreak of novel coronarovirus disease 2019 (COVID- 19): increased transmission globally- fifth update. 2020, March, 2.
  • World Health Organization. Clinical management of severe acute respiratory infection when novel coronavirus (2019-nCoV) infection is suspected. Interim guidance. 2020, January, 28.
  • European Center for Disease Prevention and Control. Checklist for hospitals preparing for the reception and care of coronarovirus 2019 (COVID-19) patients. 2020, February.
  • Center for Disease Control and prevention. Coronarovirus Disease 2019 (COVID- 19). Evaluating and reporting Persons Under Investigation (PUI). 2020, February, 27.



[i] European Center for Disease Prevention and Control. Outbreak of novel coronarovirus disease 2019 (COVID- 19): increased transmission globally- fifth update. 2020, March, 2.

[ii] World Health Organization. Clinical management of severe acute respiratory infection when novel coronavirus (2019-nCoV) infection is suspected. Interim guidance. 2020, January, 28.

[iii] European Center for Disease Prevention and Control. Checklist for hospitals preparing for the reception and care of coronarovirus 2019 (COVID-19) patients. 2020, February.


-----------------------------

Cari Colleghi:
pubblichiamo il Documento “RACCOMANDAZIONI DI ETICA CLINICA PER L’AMMISSIONE A TRATTAMENTI INTENSIVI E PER LA LORO SOSPENSIONE, IN CONDIZIONI ECCEZIONALI DI SQUILIBRIO TRA NECESSITÀ E RISORSE DISPONIBILI”, che vi invitiamo a leggere con la consueta attenzione.

Questo Documento è finalizzato a fornire un supporto agli anestesisti-rianimatori attualmente impegnati a gestire in prima linea una maxi-emergenza senza precedenti per caratteristiche e proporzioni.

Come SIAARTI crediamo sia importante ed essenziale in un momento così drammatico come quello che stiamo attraversando a causa del COVID-19, offrire un supporto professionale e scientifico autorevole a chi è costretto comunque dagli eventi quotidiani a prendere decisioni difficili e dolorose.

In una situazione così complessa, il medico può trovarsi a dover prendere in breve tempo decisioni laceranti da un punto di vista etico oltre che clinico: quali pazienti sottoporre a trattamenti intensivi quando le risorse non sono sufficienti per tutti.
Non è la SIAARTI, con questo Documento di Raccomandazioni, a proporre di trattare alcuni pazienti e di limitare i trattamenti su altri. Al contrario, sono gli eventi emergenziali che stanno costringendo gli anestesisti-rianimatori a focalizzare l’attenzione sull’appropriatezza dei trattamenti verso chi ne può trarre maggiore beneficio, laddove le risorse non sono sufficienti per tutti pazienti.

Nel Documento si privilegia - come vedrete - la “maggior speranza di vita”: questo comporta di non dover necessariamente seguire un criterio di accesso alle cure intensive di tipo “first come, first served”. Abbiamo voluto inoltre sottolineare che l’applicazione di criteri di razionamento è giustificabile soltanto dopo che da parte di tutti i soggetti coinvolti sono stati compiuti tutti gli sforzi possibili per aumentare la disponibilità di risorse erogabili (nella fattispecie, letti di Terapia Intensiva) e dopo che è stata valutata ogni possibilità di trasferimento dei pazienti verso centri con maggiori disponibilità.  

Siamo consapevoli che affrontare questo tema può essere moralmente ed emotivamente difficile. Come Società Scientifica avremmo potuto (tacendo) affidare tutto al buon senso, alla sensibilità e all’esperienza del singolo Anestesista-Rianimatore, oppure tentare di illuminarne il processo decisionale con questo piccolo supporto che potrebbe contribuire a ridurne l’ansia, lo stress e soprattutto il senso di solitudine. Oltre a rappresentare per il paziente un elemento chiaro di tutela in termini di limitazione dell’arbitrarietà delle scelte del team curante.


La Presidente SIAARTI
Il Consiglio Direttivo SIAARTI
Il Comitato Etico SIAARTI

---------------------------

Gentili Soci 

in riferimento all'emergenza Corona Virus SIAARTI si è attivata per diffondere alcuni strumenti utili per i clinici. 
Sono disponibili il documento Controllo delle vie aeree (a cura del gruppo di studio Gestione delle vie aeree), il Percorso Area Critica allineato alla nuova circolare del 29.02.2020, il documento Gestione del paziente critico affetto da coronavirus: raccomandazioni per la gestione locale e gli allegati 3, 4 e 5 della Direttiva regionale Assessorato della Salute Regione Siciliana.

Per questi documenti si prega di far riferimento ai nuovi percorsi pubblicati a inizio pagina
I documenti della Regione Sicilia sono stati aggiornati con i documenti "Percorso COVID-19" disponibili ad inizio pagina

Sono strumenti che possono essere di ausilio nella elaborazione di specifici percorsi regionali o aziendali . Rammentiamo che il Ministero della Salute emana periodiche circolari che aggiornano comunque i percorsi e che pertanto qualsiasi percorso o procedura deve essere allineata e adeguata periodicamente .

Documenti e circolari del Ministero della Salute



Altri strumenti utili

NOVITA' Informativa Getinge su utilizzo delle macchine per anestesia in terapia intensiva.pdf


NOVITA' Come scaricare la App Sugammadex.pdf

© 2015 SIAARTI