Specialisti in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore: 
una professione, uno approccio alla cura dell’individuo

Eccellenza clinica, didattica e di ricerca
 “Don’t judge each day by the harvest you reap, but by the seeds you plant”
Robert Louis Stevenson


La Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI) e il Collegio dei Professori di Anestesia e Rianimazione (CPAR) accolgono con estrema soddisfazione l’aumento del numero di borse di studio dedicate alle Scuole di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia intensiva e del Dolore (ARTID), portate a 962 dal Governo e degli enti ministeriali.  Un segnale positivo, importante per aumentare nel prossimo futuro il numero dei medici che chiedono di accedere a una professione sempre più richiesta e aperta a diversi scenari. 
Ma per adeguare numero e qualità degli specialisti di domani, serve oggi un momento di riflessione di tutti, giovani o meno, sulle sfide cliniche cha anche il nostro Paese lancia all’organizzazione dei percorsi di cura, non solo alle “tecniche” di cura. La didattica e la ricerca devono aprire lo sguardo degli Specialisti in ARTID ai valori che fanno un vero professionista della salute.
Il percorso professionalizzante delle 40 Scuole di Specializzazione italiane che si confrontano con lo standard europeo permette di esercitare una delle Discipline più innovative e con maggiore attenzione al concetto di cure sicure e attente all’“umanizzazione”, che hanno ampliato l’aspettativa di vita grazie alle conoscenze fisiopatologiche e alla ricerca ad alto livello tecnologico e innovazione in Anestesia e Medicina Peri-operatoria, Rianimazione e Terapia Intensiva, Cure Materno-infantili, Medicina Critica dell’Emergenza, Medicina del Dolore e Cure Palliative, Medicina Iperbarica.  
Il livello delle competenze cliniche richieste agli Specialisti in ARTID è sempre più ampio e il mondo accademico e sanitario nazionale che sostiene la Disciplina è riconosciuto per le eccellenze anche in ambito internazionale. 
SIAARTI e CPAR si confrontano con i giovani, medici in formazione e neo-specialisti, non solo sui percorsi di formazione, ricerca e sviluppo delle competenze, ma anche garantendo loro un ruolo attivo: PROXIMA è nata in SIAARTI nel 2015 e oggi siede in Direttivo. 
Le aspettative delle nuove generazioni spingono a elevare la tensione e l’impegno a garantire un approccio professionale adeguato ai tempi, dinamico, aperto alle sfide ma anche alle opportunità di miglioramento della clinica e della ricerca. 
Iscriversi a una delle Scuole di Specializzazione in ARTID sul territorio nazionale e a SIAARTI consente di diventare protagonisti della futura leadership in una Disciplina che grazie alla sua trasversalità professionale multi-disciplinare è già, e sarà sempre più, centrale nella tutela della Salute pubblica e per il Sistema Sanitario Nazionale. 



© 2015 SIAARTI