La gestione perioperatoria del paziente con Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSA)

Gentili soci, 

la Sindrome delle Apnee Ostruttive, OSA, è un quadro patologico di sempre più frequente riscontro che rimane tuttavia ancora troppo poco conosciuto sia in ambito sanitario che tra i pazienti.

E' caratterizzata da un sonno frammentato da frequenti risvegli dovuti al susseguirsi di apnee durante la notte. Il paziente il mattino è poco riposato, mostra sonnolenza diurna con grave rischio di addormentarsi durante il lavoro o la guida di autoveicoli: l'OSA è infatti la prima causa di incidenti stradali, gravando pesantemente sui bilanci della sanità pubblica e sui costi sociali.

L'OSA è una patologia che colpisce gli adulti, ma anche i bambini. È una malattia più frequente tra i pazienti obesi di ogni età, ma colpisce anche i pazienti non obesi; 1 uomo su 2 e 1 donna su 4 ne sono affetti, come mostra uno studio pubblicato su LANCET nel 2015. Pur essendo tanto diffusa è però poco diagnosticata, si calcola infatti che circa 23.5 milioni di persone negli USA ne siano affetti senza saperlo.

Le Apnee Ostruttive si accompagnano spesso ad altre malattie di cui sono concausa, quali gravi disturbi cardiorespiratori, disturbi cognitivi e del tono dell'umore, ictus, diabete, impotenza e comunque importante peggioramento della qualità della vita.

L'OSA è una patologia ampiamente sottostimata: piu' dell'80% dei soggetti che ne sono affetti, giungono in sala operatoria ignari della loro condizione o senza una diagnosi definita. Questa patologia ha enormi implicazioni sulla sicurezza intra- e postoperatoria: è infatti ritenuta responsabile di molte complicanze gravi dopo l'intervento, specialmente cardiache e respiratorie, inclusi un certo numero di decessi. Infatti i pazienti non affetti da OSA presentano nel postoperatorio complicanze nel 2.5% dei casi contro il 15% di quelli affetti (CHEST 2012).

E' per tutte queste ragioni che SIAARTI, come Società Scientifica attenta ai bisogni dei professionisti ed al diritto ad una salute sicura del cittadino, ha sostenuto un importante lavoro di collaborazione intersocietaria, di ricerca clinica e scientifica. Esso è culminato nella produzione di una Consensus per la gestione perioperatoria del paziente obeso, già oggetto di una pubblicazione scientifica internazionale ampiamente apprezzata, completata di recente dalla emanazione delle Buone Pratiche Cliniche SIAARTI per la gestione perioperatoria del paziente affetto da OSA.

Buone Pratiche Cliniche SIAARTI - La gestione perioperatoria del paziente con Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno.pdf

Lo sforzo societario, voluto e sostenuto fortemente dal Presidente SIAARTI Prof.ssa Flavia Petrini, si è espresso, attraverso un intenso lavoro di ricerca, documentazione bibliografica e confronto tra esperti, come progetto di lavoro del Gruppo di Studio SIAARTI Gestione Vie Aeree, coordinato dal Dott. Massimiliano Sorbello. Ai lavori della task force dedicata, guidata dagli esperti di settore Dott.sse Ida di Giacinto e Rita Cataldo e dal Dott. Ruggero Corso, hanno contribuito diversi colleghi da tutta Italia.

Il documento SIAARTI OSA 2019 rappresenta l'update di un documento analogo già prodotto da SIAARTI e AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno) nel 2012 e nasce anche alla luce di una recente survey promossa da SIAARTI su conoscenza e consapevolezza di un campione della popolazione anestesiologica italiana sull'OSA. Il pdf stampabile è disponibile per il download a tutti i soci SIAARTI ed a tutti gli anestesisti italiani attraverso il portale SIAARTI, ed è stato elaborato in un agile formato secondo i modelli delle Buone Pratiche Cliniche per una rapida ed efficiente consultazione.

Il documento intitolato "La gestione perioperatoria del paziente con Sindrome delle Apnee Ostruttiva (OSA)" propone delle flowchart decisionali per gestire in sicurezza gli aspetti più critici nel percorso perioperatorio; nello specifico indirizza lo screening e l'identificazione di pazienti "sospetti" per OSA (e quindi da indirizzare a consulti ed esami specialistici e/o terapia adeguate) e guida l'organizzazione e la pianificazione dei livelli di cura pre-, intra- e postoperatori. SIAARTI vuole proporre modelli scientifici avanzati nell'ambito della Medicina Perioperatoria in cui l'anestesista rimane al centro, quale elemento facilitatore, di un team multidisciplinare di esperti che ruotano intorno alla salute del malato.

Il documento è uno strumento messo a disposizione dei professionisti della salute per garantire loro dei comportamenti corretti e rispettosi delle migliori evidenze cliniche e gestionali e al tempo stesso per garantire a ogni paziente la migliore e più sicura sanità possibile, pur nel rispetto di un uso adeguato delle risorse umane e strumentali.

© 2015 SIAARTI