Come usare il Manuale delle Crisi in Anestesia (MCA)


Mca.pngUno degli aspetti più complessi per l'uso degli ausili cognitivi nella gestione delle crisi è rappresentato dalla loro implementazione. Per molteplici e ben documentate ragioni, c'è una certa riluttanza ad abbracciare il concetto di ausilio cognitivo, in particolare modo fra le "vecchie generazioni" di clinici.

Migliorare il coinvolgimento dei clinici è il punto chiave per adottare con successo il manuale delle Crisi in Anestesia. Nelle scriverlo e nell'adattarlo alla realtà italiana siamo sicuri di aver prestato attenzione sia ai contenuti che agli aspetti grafici.

I contenuti sono scritti in accordo con le linee guida (laddove esistenti) e, dove queste mancano, sono basati sulle principali pubblicazioni del settore o il consenso di esperti (per una completa lista delle fonti si veda https://theacm.com.au/references/)

La veste grafica è stata considerata altrettanto attentamente, utilizzando colori primari per migliorare l'aspetto visivo e incoraggiare i professionisti a scegliere le schede giuste ed a sfogliarle rapidamente. Ciò contribuisce di per sé a migliorare la consapevolezza e la familiarità con il mezzo.

Infine l'approccio minimalista alla forma, alla documentazione ed alle liste di controllo e di azioni – fino al punto da aver valutato ogni singola parola per garantirne accuratezza e semplicità – ha permesso un formato intuitivo e facile da seguire.

Per promuovere l'uso del manuale suggeriamo di individuare un "campione" locale che si faccia portavoce dell'implementazione fra i Colleghi e di seguire i seguenti suggerimenti, se possibile:

1) Posizionare in ogni luogo in cui viene fatta l'anestesia una copia del manuale in posizione visibile e facilmente accessibile (ad esempio sul ventilatore di anestesia o sul carrello dei farmaci).

2) Dichiarare nella check list di inizio intervento dove si trova il manuale.

3) Come parte del mantra Chiama (per aiuto), Comunica (il problema), Delega (compiti o responsabilità) per la gestione degli eventi critici, affidare subito ad un membro del team il compito di leggere ad alta voce la scheda può essere di grande aiuto al team leader. Vi sono differenti modalità di utilizzo delle schede del manuale: c'è chi ritiene che le schede debbano essere utilizzate come riferimento o supporto e chi invece che debbano essere utilizzate per guidare passo passo le azioni della squadra, sebbene ciò possa creare delle interruzioni nel flusso delle azioni quando emergano elementi prima non conosciuti che modificano il quadro clinico; probabilmente il miglior uso consiste in una combinazione delle due modalità.

4) In aviazione l'uso degli aiuti cognitivi è appreso e sperimentato attraverso sessioni al simulatore: la simulazione è oggi parte integrante del training anestesiologico così come dell'educazione medica continua. Prevedere l'introduzione dell'uso di ausili cognitivi durante le sessioni di simulazione ne facilita l'impiego durante la pratica clinica.

5) Il Manuale delle Crisi in Anestesia, presentando materiale schematico e facilmente accessibile, può essere impiegato per sessioni di ripasso e di discussione fra Colleghi.

6) Il supporto di Società Scientifiche nel promuovere la diffusione e l'uso degli ausili cognitivi è una componente fondamentale della loro implementazione. La SIAARTI, insieme con altre prestigiose Società anestesiologiche (ASA, ESA, Società Australiana di Anestesiologia etc.), è stata un supporter convinto della traduzione italiana dell'MCA e del suo adattamento al contesto nazionale, cosa che lo rende facilmente fruibile da tutti i Colleghi italiani. La SIAARTI inoltre si impegna alla diffusione dell'MCA fornendone una copia gratuita a tutti i suoi iscritti. E' auspicabile che l'impiego degli ausili cognitivi possa trovare un posto anche nella formazione dei nuovi specialisti.

Prevediamo che in un futuro probabilmente non molto lontano gli ausili cognitivi potranno essere direttamente integrati nei sistemi di monitoraggio e nei computer delle sale operatorie: in attesa di ciò, la vecchia, buona copia cartacea da tenere a portata di mano o da portare sempre con sé rimane il sistema più pratico ed accessibile.

© 2015 SIAARTI